Nuove frontiere dell’ortopedia: la Medicina Rigenerativa

Pubblicato il 5 Maggio 2021
Medicina Rigenerativa
Share on email
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter

L’ortopedia è una specialità medica in costante evoluzione: le nuove tecniche chirurgiche, le tecnologie dei materiali, la ricerca di cure sempre più personalizzate non esauriscono però le innovazioni più interessanti. L’attenzione dei medici oggi si sta concentrando con sempre maggior forza ai trattamenti di tipo conservativo che consentono di ricorrere alla chirurgia solo nei casi strettamente necessari con grande soddisfazione da parte dei pazienti. Tra le cure più innovative, i trattamenti di Medicina Rigenerativa. Vediamoli nel dettaglio.

Quando parliamo di Medicina Rigenerativa ci riferiamo a tutte quelle tipologie di trattamento che utilizzano determinate cellule prelevate dal paziente allo scopo di riparare i tessuti danneggiati (rigenerandoli appunto) senza dover ricorrere a surrogati artificiali come avviene nella chirurgia tradizionale. Si è scoperto infatti che alcune particolari cellule del corpo, se opportunamente trattate, hanno proprietà antinfiammatorie e rigenerative dei tessuti e possono essere utilizzate nella cura di patologie degenerative come l’artrosi.

I vantaggi di questi trattamenti sono numerose:

  • non esiste il rischio di rigetto (si tratta di cellule prelevate dallo stesso paziente su cui verranno utilizzate)
  • sono considerati in genere molto sicuri
  • non pregiudicano eventuali interventi chirurgici futuri
  • non utilizzano farmaci
  • possono essere ripetuti, ove necessario
  • possono essere usati singolarmente o associati ad altre procedure.

La Medicina Rigenerativa è in grado sfruttare le potenzialità delle cellule del sangue o delle cellule staminali mesenchimali a seconda delle indicazioni terapeutiche. Ecco i principali trattamenti.

PRP

Il PRP (Plasma Ricco di Piastrine) si ottiene da un semplice prelievo di sangue periferico che, opportunamente centrifugato da un apposito macchinario, viene infiltrato all’interno dell’articolazione malata. Il gel ottenuto dalla centrifugazione del sangue è un plasma ricco di piastrine in grado di favorire il rilascio di fattori di crescita dal potenziale antinfiammatorio e rigenerativo.

MONOCITI

Si tratta anche in questo caso di un prodotto derivato dal sangue periferico. Un sistema dotato di filtro, a circuito chiuso, seleziona la componente cellulare mononucleata costituita da monociti e linfociti ed elimina altre componenti cellulari dal potere pro-infiammatorio. Ne risulta un prodotto caratterizzato da un’alta vitalità cellulare e da un ottimo potenziale rigenerativo, molto facile da iniettare e privo di reazioni avverse.

CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI DA TESSUTO ADIPOSO

Le cellule staminali mesenchimali sono cellule in grado di rinnovarsi e differenziare a seconda della necessità in cellule specifiche dei diversi tessuti umani. La Medicina Rigenerativa utilizza queste cellule prelevandole dal tessuto adiposo (dell’addome o delle cosce), che ne è ricchissimo, attraverso una piccola liposuzione. Il grasso viene poi processato e microframmentato, eliminandone i materiali di scarto, e in seguito infiltrato all’interno dell’articolazione dove induce un processo di guarigione spontanea.

TECNICA AMIC (Condrogenesi Autologa Indotta da Matrice)

Si tratta di una tecnica mini-invasiva che prevede la creazione di microfratture controllate nella porzione di osso adiacente al difetto cartilagineo. Questa procedura stimola il sanguinamento dell’osso con fuoriuscita di cellule staminali in grado di migliorare i processi di guarigione del tessuto. Il difetto viene poi ricoperto da una membrana di collagene che fornisce una conduzione ideale per il rimodellamento del tessuto.

La Medicina Rigenerativa in Piemonte e Liguria

Il dottor Piero Anselmi, specialista nei trattamenti delle patologie delle articolazioni di spalla e ginocchio, utilizza i trattamenti di Medicina Rigenerativa al fine di ritardare il più possibile l’approccio chirurgico e protesico nella cura dell’artrosi. I centri in cui si può trovare il dottor Anselmi si trovano a Cuneo, Torino, Savona, Imperia. Ecco tutti i contatti:

CUNEO: 

FisioOne 

Corso Antonio Gramsci, 1, 12100 Cuneo (CN)  

Tel.: 0171 630041 

CIDIMU SpA

Via Cascina Colombaro, 37, 12100 Cuneo (CN)  

Tel.: 0171 696796

TORINO:

Clinica Fornaca Humanitas

Corso Vittorio Emanuele II, 91, 10128 Torino TO

Tel.: 011 557 4355

SAVONA: 

Igea S.r.l.

Via Pietro Paleocapa, 23/4, 17100 Savona (SV)

Tel.: 019 856725

IMPERIA:

Centro Medico Elle Servizi

Via Felice Cascione, 150 , 18100 Porto Maurizio Imperia (IM) 

Tel.: 339 2043168

 

Marco Olmo ultramaratoneta  

Marco Olmo, ultramaratoneta vincitore di numerosi ultra trial, è uno dei pazienti del dott.Anselmi. La Medicina Rigenerativa si rivela utile non solo nella cura delle patologie degenerative dovute all’età, ma anche nel trattamento di tutti quei disturbi da sovraccarico tipici degli atleti.